pagina iniziale ContattiAffitto di appartamenti per vacanzeInvestimenti immobiliari
Registrati gratis su Cheapnet e scopri le offerte ADSL e Flat!

La capoeira

Uno sport che oltre al calcio rappresenta il Brasile é la Capoeira, essa è espressione della storia e della radici culturali del paese. La Capoeira è una arte marziale nata nel sedicesimo secolo quando centinaia di migliaia di schiavi venivano prelevati dall'Africa e portati in Brasile dai portoghesi  per lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero;  é qui che nasce la capoeira, una forma di autodifesa espressa, o più che altro camuffata, come danza tribale. Furono gli schiavi, ai quali era proibito combattere, ad inventare la popolare lotta brasiliana, una vera e propria arte marziale, praticata per difendersi dai soprusi dei padroni, mascherata con musica e danza. Dopo essere stata a lungo proibita perchè considerata disciplina aggressiva e pericolosa, o più che altro per il timore dei padroni che gli schiavi la potessero usare per ribellarsi, la capoeira fu liberalizzata nel 1930, per diventare lo sport nazionale del Brasile; tale arte marziale è oggi molto valorizzata  e praticata in molti paesi del mondo, studi relazionati alle più conosciute e antiche arti marziali anche orientali l'hanno classificata come una delle lotte più efficaci e dai colpi più micidiali. Il «gioco», come spesso viene definito dai brasiliani, comincia con la roda, il cerchio formato da tutti i membri del gruppo che suonano e cantano al ritmo del berimbau (uno strumento formato da un bastone che tiene in tensione un filo metallico ed una parte di noce di cocco). Il solista inizia a cantare il primo verso seguito dagli altri componenti che gli rispondono in coro. Dopo alcuni minuti ha inizio il gioco vero e proprio. I due capoeristi si salutano con un bacio e si mettono in posizione girando il corpo nella posizione dell'avversario. Comincia qualcosa che sembra una specie di danza acrobatica, e così doveva sembrare all'epoca agli occhi dei padroni; una danza tribale che facevano gli schiavi nella sera finito il loro duro lavoro nei campi, ma questa nasconde tecniche di lotta, che uniti a doti di agilità e velocità dei praticanti più esperti diventa qualcosa di davvero efficace nell'autodifesa. La Capoeira in Brasile è qualcosa di più di uno sport, ha più l'aspetto ed il valore di qualcosa di culturale.

Capoeira - una esibizione

L'eredità Africana - Si può facilmente notare che il popolo Brasiliano ama molto la sua radice Africana ed hanno fatto più di loro proprietà culturale alcuni aspetti derivanti dalla vita e cultura degli schiavi deportati dall'Africa,  rispetto alla cultura ed usanze  dei vecchi dominatori portoghesi, di cui il grande paese fu una colonia, oltre che dalla capoeira, si vede dall'artigianato, da diverse forme di arte o dalla cucina; la feijoada ad esempio, che insieme al churrasco è il piatto nazionale, non è altro che l'antico piatto povero degli schiavi, i quali facilmente reperivano i fagioli e parti non nobili di carne del maiale, sapientemente bolliti si otteneva una pietanza dall'inconfondibile gusto.

Per maggiori informazioni questo è il sito della federazione italiana di capoeira: http://www.capoeira.it/

link interessanti

http://musibrasil.net/articolo.php?id=1888