Torna alla pagina iniziale ContattiAffitto di appartamenti per vacanzeInvestimenti immobiliari

 

SALVADOR,  capitale dello stato di Bahia, una delle città più suggestive del paese; un tuffo nella natura, nella culla della storia del Brasile e nel divertimento di una delle mete turistiche più apprezzate.

Tra le mete turistiche del Brasile più conosciute ed apprezzate, primeggia la città di Salvador nello splendido stato di Bahia, date le sue particolari caratteristiche, Salvador è diventato uno dei principali itinerari turistici internazionali. Famosa per la sua storia, per il patrimonio lasciato da popoli venuti da altri continenti, per la diversità culturale, per il sincretismo religioso e per il popolo cordiale, la capitale baiana è oggetto da molti anni di studi da parte di professionisti di diverse aeree.  Le strade del Centro Storico di Salvador riportano il turista all’inizio della storia del Brasile. Profondi conoscitori della cultura locale, le guide turistiche del posto spiegano come si sviluppò la colonizzazione di una delle più antiche città brasiliane. Fino al 1763, Salvador fu la capitale della Corona Portoghese nelle Americhe, e fu il principale porto dell’Emisfero Sud fino al XVIIIº secolo. Salvador è considerata la capitale culturale del Brasile, culla di grandi nomi in diverse manifestazioni artistiche. L’attività culturale ed il turismo sono importanti fonti di lavoro e di reddito, aiuta a sviluppare le arti ed a preservare il patrimonio artistico e culturale. Salvador inoltre conta molte bellezze naturali: 50 km di spiagge e diversi parchi ecologici.  Forse non tutti sanno che Salvador ha anche uno dei carnevali più grandi e divertenti del Brasile; Come una corrente dalla quale non ci si può sfuggire, i trios elétricos sono seguiti da milioni di persone in un percorso di 25 km per le strade di Salvador durante il Carnevale. I trios elétricos, camion attrezzati con luci e amplificazioni e dove nella parte alta si trova un gruppo musicale, percorrono tre itinerari ufficiali. Il Trio Osmar do Campo Grande và dalla piazza Castro Alves al centro città; il Trio do Dodô, dal Farol da Barra fino a Ondina, sul lungo mare; e il Trio Batatinha passa dal Pelourinho.
Il primo Trio (Trio Osmar) è il più antico e promuove le sfilate dei blocos (gruppo carnavalesco) più tradizionali dell’evento. Sul percorso del Trio do Dodô, si trovano i palchi dove gente famosa, principalmente, segue la sfilata. La festa si estende fino all’alba, qualcosa di estremamente suggestivo e coinvolgente. L’infrastruttura turistica di Salvador è considerata una delle più complete e più moderne del Brasile, specialmente per quanto riguarda gli alberghi. Si trovano da Ostelli per la Gioventù ad alberghi di livello internazionale.
La cucina baiana è un esempio di preservazione delle origini culturali africane di Bahia. La moqueca è una specialità della cucina locale, sempre molto
piccante. Altri piatti tipici sono il bobó di gamberi, il vatapá (piree di pesci), il sarapatel (sanguinaccio di maiale), l’acarajé (fagioli e gamberi secchi) e il brodo di sururu, o lambretta (piatto a base di cozze picole, latte di cocco, manioca). Il peperoncino, quasi sempre fortissomo, è servito a parte.  Se il turista preferisce altri tipi di piatti, Salvador offre molte alternative culinarie, nazionali e internazionali. Nel Centro Storico di Salvador, protetto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità, vi sono moltissimi caseggiati dei secoli XVI, XVII, e XVIII. Si divide in tre aree principali: dalla Piazza Comunale al Piazzale di San Francesco, dal Pelourinho al Piazzale do Carmo, e il Piazzale di Santo Antonio Além do Carmo. Sono chiese e caseggiati secolari, circondati da grande attività culturale che si svolge sul posto. Sulle strade pavimentate con pietre cabeça-de-negro (testa di negro) sono registrati importanti avvenimenti della storia brasiliana.  Tra le principali attrazioni vi sono le piazze Municipal e della Sé, o Elevador Lacerda (Ascensore Lacerda), la Câmara Municipal, il Paço Municipal (Municipio), il Palazzo Rio Branco, la Santa Casa e la Chiesa della Misericórdia, il Palazzo dell’Arcivescovato, il Duomo Basilica, il Terreiro de Jesus, il Piazzale del Cruzeiro di San Francesco, il Pelourinho con le sue chiese, negozi e piazze, il Piazzale del Carmelo (Largo do Carmo), dove sono situati il Forte di Santo Antonio e il grande complesso religioso formato dalla Chiesa ed il Convento della Madonna del Carmelo e la Chiesa dell’Ordine Terzo del Carmelo (Igreja e Convento Nossa senhora do Carmo). La costa di Salvador è una delle più lunghe del Brasile. Sono 50 km di spiagge distribuite tra la città alta e la città bassa, da Inena, nella periferia ferroviaria fino alla spiaggia Praia do Flamengo, nell’estremo opposto della città. Mentre le spiagge della città bassa sono bagnate dalle acque della Baía de Todos os Santos (Baia di Tutti i Santi) – la più lunga del Brasile, con un’area di circa 1052 km2 , le spiagge della città alta, del Farol da Barra fino al Flamengo, sono bagnate dall’Oceano Atlantico. L’eccezione è il Porto da Barra, l’unica spiaggia della città alta situata nella Baía de Todos os Santos. La differenza tra le spiagge della città alta e quelle della città bassa, fa sì che tra di esse ci sia una grande diversità: da calme insenature, ideali per nuotare a quelle di forti onde, molto ricercate da chi pratica il surf. Vi sono inoltre spiagge circondate da scogliere, che formano piscine naturali di pietra, ideali per i fanciulli.

  Video di Salvador

Link consigliati: http://www.bahiatour.it/

Torna alla pagina iniziale